Gira il tuo Smartphone

per una visualizzazzione ottimale dei contenuti

LOADING

Football ClubMessina

LA STORIA

Presidenza Aliotta

Messina ed il calcio. Un binomio che affonda le sue radici nel 1900, a dimostrazione di una storica passione che lega il popolo messinese a questo sport.

In riva allo Stretto c’è una data che è entrata nel cuore di tutti i messinesi: 17 Luglio 1997. In quella calda estate, l’U.S. Peloro cambia denominazione in Football Club Messina Peloro. Inizia così la scalata dei giallorossi guidati dall’indimenticabile presidente Emanuele Aliotta.

Nella stagione 1997 – 1998, il Fc Messina torna tra i professionisti ottenendo la promozione in Serie C2. Un campionato che stravince nella stagione 1999 – 2000, ottenendo 19 vittorie, 13 pareggi, 2 sconfitte e la promozione in Serie C1.

Da matricola, nella stagione 2000 – 2001, il Fc Messina conduce uno splendido campionato sino alla finale playoff contro il Catania: all’andata i giallorossi pareggiano in trasferta, mentre al ritorno la promozione viene firmata dal calcio di rigore dell’uomo simbolo Sasà Sullo.

Con tre promozioni in quattro anni, il Fc Messina torna a calcare i grandi palcoscenici del calcio che conta. Nella stagione 2001 – 2002, la squadra riesce ad ottenere una fondamentale salvezza all’ultima giornata di campionato salvaguardando la Serie B.

Presidenza Franza

Il 26 Luglio 2002, in un’altra estate calda per il calcio messinese, avviene lo storico passaggio di proprietà: il presidente Aliotta cede la società all’imprenditore Pietro Franza.

Attraverso una riorganizzazione societaria ed un rafforzamento economico, il Fc Messina ottiene la seconda salvezza consecutiva in Serie B nella stagione 2002 – 2003. Questo è il prologo della più importante pagina di storia calcistica recente messinese: nella stagione 2003 – 2004, dopo un inizio difficoltoso e contro ogni pronostico, il Fc Messina guidato da Bortolo Mutti ottiene la promozione in Serie A.

Il 5 Giugno 2004, in uno stadio “Celeste” coloratissimo e stracolmo, il Fc Messina supera il Como con un netto 3-0 ottenendo la promozione matematica nel massimo campionato italiano. Dopo 39 anni, il Messina torna nella massima serie scatenando la gioia di tutto il popolo giallorosso.

Nella stagione 2004 – 2005, il Fc Messina regala grandi emozioni ai propri tifosi: la squadra ottiene uno splendido 7° posto, sfiorando la qualificazione alla Coppa Uefa. E’ anche il primo anno dello stadio “San Filippo”, il nuovo impianto che sostituisce il glorioso e storico Celeste.

L’idillio giallorosso sembra terminare nella stagione successiva: nel 2005 – 2006 il Fc Messina retrocede in Serie B come terz’ultima classificata. Lo scandalo di “Calciopoli” ed i processi seguenti riportano i giallorossi in Serie A al posto della Juventus. Tuttavia, nella stagione 2006 – 2007, il Fc Messina retrocede nuovamente in Serie B.

Nella stagione seguente i giallorossi terminano il campionato al 14° posto, ottenendo la salvezza. E’ l’ultima pagina della storia del Fc Messina targato famiglia Franza: la squadra non viene iscritta al campionato cadetto e, nel luglio 2008, viene radiata dai campionati professionistici.

Presidenza Arena

Da quella lontana estate del 2008, il Messina calcio ha cambiato diverse denominazioni e molteplici proprietà. Nell’estate 2019 Rocco Arena, imprenditore di origini messinesi, rileva la società “Città di Messina”.

Dopo il passaggio di proprietà, il presidente Arena raggiunge un accordo per ottenere il marchio “Fc Messina” dall’ex patron Pietro Franza. Completato l’iter del cambio di denominazione, rinasce il Football Club Messina che si presenta ai nastri di partenza del campionato di Serie D nella stagione 2019 – 2020.

“Anno Zero”, così il presidente Arena ha voluto definire la sua prima annata in riva allo stretto. Il Football Club Messina è protagonista di una stagione esaltante che la porta a lottare in zona playoff.

Ad otto giornate dalla fine, però, la pandemia legata al Covid – 19 costringe la Lega Serie D a dichiarare lo stop definitivo al campionato. Il Fc Messina chiude il suo primo anno sotto la gestione Arena al quarto posto rilanciando le proprie ambizioni di vittoria per la stagione 2020/2021.